Make your own free website on Tripod.com
La storia della carta telefonica

L'Italia è stato il primo paese al mondo ad adottare un sistema di telefonia pubblica a schede prepagate.
Infatti, poichè gli apparecchi a gettoni erano sottoposti a numerose manomissioni e quindi, ad un aumento dei costi di manutenzione, la Sip, verso la fine degli anni '70, decise, sotto proposta della SIDA, di realizzare questo innovativo sistema.
La prima scheda fu realizzata dalla Pikappa, ed entrò in funzione, se pur in via sperimentale, nel 1976, presso il Galoppatoio di Villa Borghese a Roma.
Però queste carte erano soggette ad un eccessivo deterioramento, poichè erano fatte di carta, ma in seguito ad ulteriori sperimentazioni, il materiale fu migliorato fino ad arrivare alla composizione odierna, basata sul PVC.
Le prime schede (sistema SIDA) furono costruite con cartoncino rigido, ed erano verticali con una banda magnetica che divideva la parte superiore da quella inferiore.
Nel 1985 queste schede furono sostituite da un nuovo sistema, frutto di una sperimentazione tra la URMET e la Mantegazza, costituito principalmente da una banda magnetica orizzontale e realizzate in cartoncino plastificato.